Pagine

lunedì 22 aprile 2013

Un termocamera microscopica consentirà di individuare persone nella nebbia e nel buio .


Un termocamera microscopica consentirà di individuare persone nella nebbia, nelle tempeste di sabbia o nascoste alla vista, com'è successo a Boston nella caccia al secondoattentatore della maratona. Attualmente sono in uso modelli abbastanza pesanti e voluminosi, che sono efficaci ma devono obbligatoriamente essere montati sui mezzi di trasporto, in futuro però non sarà più così.
Prototipo termocamera
La DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) in collaborazione con DRS Technologies ha infatti sviluppato una microcamera LIWR (long-wave infrared, a infrarossi ad onde lunghe) da cinque micrometri con una risoluzione di 1.280 x 720 pixel. I ricercatori hanno fatto sapere che sono stati condotti con successo i primi test con tre prototipi funzionanti attraverso una tempesta di polvere. Il risultato è che la sensibilità non registra perdite rispetto ai modelli più voluminosi.
Il calore emesso dal corpo umano non si nasconde
Per le forze dell'ordine e l'esercito è una novità decisamente importante, perché questo tipo di strumentazione è usato anche nelle operazioni di caccia all'uomo. L'esempio più recente riguarda l'individuazione del secondo attentatore della maratona di Boston, Dzhokhar Tsarnaev, che era nascosto all'interno di una barca a Watertown, nel Massachusetts.
Una termocamera montata sotto a un elicottero Eurocopter AS-355N Twinstar  ha consentito di catturarlo, e in seguito sia le foto sia il filmato spettacolare di tre minuti con le immagini di questo strumento investigativo hanno fatto il giro di Internet. Come si può vedere, la sagoma dell'uomo viene individuata dal calore corporeo che emette, e che viene rilevato dall'infrarosso.

mercoledì 10 aprile 2013

2014, il sistema Laser Weapon System va in guerra


2014, il sistema Laser Weapon System va in guerra – La US Navy schiererà i primi laser allo stato solido a bordo delle sue imbarcazioni

2014, il sistema Laser Weapon System va in guerra – La US Navy schiererà i primi laser allo stato solido a bordo delle sue imbarcazioni
La US Navy ha confermato che dal 2014 alcune navi da guerra verranno dotate dei nuovi cannoni laser LAWS. Si tratta di sistemi capaci di abbattere droni e altri velivoli. L’unità di trasporto anfibio USS Ponce sarà la prima a montare il sistema LaWS – Laser Weapon System.







US Navy inizierà a montare i cannoni laser sulle navi già dal prossimo anno. In anticipo rispetto ai programmi che fissavano l’installazione per i 2015, la Marina ha rotto gli indugi poiché il livello di sviluppo è già sufficientemente adeguato.
Il primo Laser Weapon System (LaWS) sarà montato sulla USS Ponce, un’unità di trasporto anfibio di Classe Austin che pesa 8.883 tonnellate ed è lunga 173 metri. Il sistema consentirà di accecare i sistemi di rilevamento dei droni ed eventualmente di abbatterli.
Il sistema LAWS  può essere dunque considerato  come il primo sistema bellico a trasmissione diretta d’energia. ”The future is here” ha commentato un ufficiale di marina e, anche se il futuro prossimo non sarà dalle armi laser, l’aggiungersi all’arsenale americano di questa innovazione, influenzerà sicuramente la tecnica bellica negli anni a venire.


domenica 7 aprile 2013

Mentre molti credevano che fosse uno scherzo o un pesce d'aprile ( vittimedelcontrolloneurale@gmail.com )


Mentre molti credevano che fosse uno scherzo o un pesce d'aprile, Vladimir Putin ha confermato che la Russia ha testato nuove armi psicotroniche che possono effettivamente trasformare le persone in morti viventi.
Queste armi - che attaccano il sistema nervoso centrale delle loro vittime - sono state sviluppate dagli scienziati e potrebbero essere usate contro i nemici della Russia oppure sui suoi dissidenti.
Putin ha descritto queste armi che utilizzano radiazioni elettromagnetiche, come quelle del forno a microonde, nuovi strumenti per il raggiungimento degli obiettivi politici e strategici.
L’utilizzo di questa tecnologia è stato annunciato dal ministro della difesa Anatoly Serdyukov.
Mr Tsyganok ha detto che le armi sono state recentemente testate a fini di controllo della folla “e si è concentrata su un uomo in particolare, facendo salire la sua temperatura corporea immediatamente come se fosse stato gettato in una padella piena d’acqua ben calda”.
La ricerca sulle armi elettromagnetiche è stata effettuata sia negli Stati Uniti che in Russia a partire dagli anni '50, ma pare che la Russia abbia battuto sul tempo gli Stati Uniti.
Dettagli precisi non sono stati rivelati, ma la ricerca precedente ha dimostrato che la bassa frequenza delle onde (o raggi) possono influenzare le cellule cerebrali, alterare gli stati psicologici e rendere possibile la trasmissione di suggerimenti e comandi direttamente nei pensieri di qualcuno.
Putin ha detto che questa tecnologia è paragonabile a tutti gli effetti alle armi nucleari, ma “più accettabile in termini di” ideologia politica e militare.
Ha detto il signor Serdyukov che queste armi sono state sviluppate sulla base di nuovi principi fisici. Armi a energia diretta, armi geofisiche, ad onde di energia, armi genetiche e le armi psicotroniche, fanno parte del programma di approvvigionamento dello Stato per il periodo 2011-2020.